Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Archivio Notizie > La violenza sessuale sui minori: percorsi diagnostici e terapeutici

La violenza sessuale sui minori: percorsi diagnostici e terapeuticitorna su

Nel terzo incontro del Corso interdisciplinare Uscire dai labirinti della violenza. La prevenzione ela protezione dei bambini dal maltrattamento, il prof. Francesco Montecchi, specialista in Neurologia e Psichiatria, Neuropsichiatra infantile e Criminologia Clinica. Già Primario di Neuropsichiatria infantile dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, ha trattato il tema La violenza sessuale sui minori: percorsi diagnostici e terapeutici.

Il professor Montecchi presenta la problematica in termini clinici mettendo in risalto il disagio individuale e familiare che precede, accompagna e segue le situazioni di abuso infantile. In questa ottica si osserva che l’abuso sessuale raramente è a sé stante; quasi sempre si accompagna ad altre forme di abuso: maltrattamento fisico e/o psicologico, patologia delle cure in forme di incuria, discuria o ipercuria, abuso sessuale spesso intrafamiliare, più di rado extrafamiliare, violenza assistita di varie forme.

Evidenziato che l’abuso sul bambino e l’incesto sono presenti lungo tutta la storia dell’umanità (vedi miti, fiabe, storia delle religioni), il relatore mette in luce le radici transgenerazionali degli abusi all’infanzia. A partire dalle psicodinamiche di tale catena, afferma che l’anello di trasmissione della patologia o del risanamento sta nella gravidanza. Questo è il periodo in cui la madre e il padre instaurano oppure omettono il rapporto con il nascituro. Egli pertanto è convinto che «la prevenzione del disagio e dell’abuso infantile si gioca nei mesi di gravidanza e nel primo anno dopo la nascita del figlio». Come indica il titolo del suo ultimo libro Dal bambino minaccioso al bambino minacciato. Gli abusi sui bambini e la violenza in famiglia: prevenzione, rilevamento e trattamento, il bambino di cui non si ha cura durante la gravidanza è un bambino che prima e dopo la nascita è avvertito minaccioso da parte della madre e del padre e fin dalla vita intrauterina egli diventa un bambino minacciato dalle varie forme di maltrattamento e abuso.

In un secondo momento, Montecchi descrive la fenomenologia dell’abuso familiare intra ed extradomestico - forma di gran lunga la più diffusa - e dell’abuso extrafamiliare puntualizzando sia i modelli psicodinamici che caratterizzano la figura paterna e materna del bambino abusato, sia i tipi di struttura personale dell’adulto abusante. Infine egli tratteggia i tipi di dinamiche e di difesa che sviluppa il bambino abusato. Anche la struttura individuale è una variabile fondamentale per l’esito che si sviluppa dal gioco di queste forze interagenti: «Il bambino ricco di energie – afferma – reagisce all’evento traumatico in modo costruttivo se trova accanto a sé il supporto di persone positive, oppure in modo distruttivo se si identifica con persone negative. Al contrario, il bambino povero di energie e di risorse psicologiche rimuove la violenza subita, la quale diviene una energia autodistruttiva bloccante, origine di disturbi talvolta assai gravi di personalità come depressione, problemi con il cibo, rifiuto di socializzare».

Nella sua conclusione, il professor Montecchi fa notare che gli studi clinici ormai numerosi condotti sul bambino abusato, non hanno ancora ottenuto un ascolto adeguato presso gli adulti responsabili del bambino: genitori, educatori dirigenti di istituzioni scolastiche, finora più preoccupati di perseguire e condannare l’abusante, ma purtroppo meno impegnati a investire delle risorse per curare e rimediare il danno provocato nei bambini.

Il quarto e ultimo appuntamento del Corso sarà sabato 5 marzo 2011 con un intervento di Claudio Foti, Psicoterapeuta, direttore scientifico delCentro Studi «Hansel e Gretel» di Torino sul tema: La pedofilia, la scuola e i contesti educativi. L'intelligenza del cuore per essere educatori capaci di ascoltare.

Il Corso interdisciplinare Uscire dai labirinti della violenza. La prevenzione e la protezione dei bambini dal maltrattamento è organizzato dalla Facoltà «Auxilium» in collaborazione con il Centro Studi Sociali sull'Infanzia e l'Adolescenza «don Silvio De Annuntiis» di Scerne di Pineto.

 

La cura del Girasole Onlus – Sito dell’attività del Prof. Montecchi
Bibliografia del Prof. Montecchi
Galleria di foto

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain