Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Archivio Notizie > Dal fake al make

Dal fake al maketorna su

Approfondire le sfide educative e formative che si aprono nella complessità del contesto attuale, caratterizzato da post-verità, disintermediazione, diffusione di contenuti violenti e nell’ottica della prevenzione, individuare le azioni per accompagnare i giovani a essere cittadini e cittadine, a vivere la responsabilità sociale nei contesti interculturali e digitali, a dare corpo alla “partecipazione” nel senso alto della “polis”: esseri umani legati gli uni agli altri da interessi comuni e da un reciproco riconoscersi.

 

È questa in sintesi la finalità che si intende raggiungere con il Corso interdisciplinare 2019-2020, dal titolo: “Dal fake al make. Educarci ed educare nel tempo della post-verità”.

Attraverso due incontri, che si articolano con una lezione introduttiva, dei laboratori di approfondimento e il dibattito in aula, ci si vuole abilitare a

  • affrontare la complessità con un approccio che integra testa, cuore, mani, volontà
  • comprendere l’urgenza di ricomporre la frattura tra l’umano e il tecnologico
  • riconoscere e contrastare le fake news in particolare in relazione all’odio online e all’emergere di nuove forme di razzismo.

 

Il primo appuntamento è Sabato, 16 novembre 2019. Il Prof. Piero Dominici, Professore e ricercatore universitario che insegna Comunicazione pubblica e Attività di Intelligence presso l’Università degli Studi di Perugia, con l’intervento “Post-Verità e nuovo umanesimo: questioni complesse, non complicate” approfondirà come ricomporre la frattura tra l’umano e il tecnologico e passare dal fake al make nel tempo della post-verità.

 

Sabato, 30 novembre 2019, invece, sarà la volta del Prof. Stefano Pasta, Dottore di ricerca in Pedagogia, che lavora presso il Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media dell’Informazione e alla Tecnologia (CREMIT) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, a intervenire su: “Hate speech online: tra libertà di espressione, pensiero critico e responsabilità”.L’interrogativo a cui risponderà è: come riconoscere e contrastare l’odio online nel tempo della disintermediazione e educarci ed educare alla cittadinanza attiva e alla riflessività?

 

Il Corso che si realizza presso la sede della Facoltà «Auxilium», dalle 9.15 alle 13.00, si rivolge, oltre che agli studenti e studentesse, docenti e personali tecnico ausiliario della Facoltà, a studenti di altre Università, insegnanti di religione, pedagogisti ed educatori socio-educativi, psicologici dell’educazione, insegnanti di ogni ordine e grado, operatori nella pastorale giovanile, sacerdoti e religiosi, genitori ed educatori e chiunque abbia a cuore l’educazione dei giovani.

Per partecipare, occorre prenotarsi presso la Segreteria della Facoltà. Per gli studenti e le studentesse iscritte il Corso dà diritto a 1 credito formativo ECTS.

 

Brochure
Poster

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain