Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Archivio Notizie > Seminario sul Teatro delle ombre

Seminario sul Teatro delle ombretorna su

Dal 16 febbraio sono aperte le iscrizioni per il Seminario teorico esperienziale con riferimenti metodologici al teatro delle ombre in programma sabato 18 marzo

 

«Dal Buio alla luce. Giocare con le ombre per far luce sulle nostre emozioni» è il titolo del Seminario teorico esperienziale con riferimenti metodologici al teatro delle ombre organizzato per sabato 18 marzo 2017 (dalle 9.00 alle 16.00) e condotto da Sabrina Ghiberti e Grazia Ballatore.

La partecipazione è limitata per permettere ai partecipanti di essere adeguatamente accompagnati dalle formatrici nella dimensione esperienziale.

Destinatari sono in particolare chi opera con bambini e ragazzi in ambito educativo e scolastico e chi desidera sperimentare su di sé il teatro delle ombre come via per conoscere e dare forma alle proprie emozioni. Al termine del Seminario, verrà rilasciato un attestato di partecipazione e, per gli studenti iscritti alla Facoltà, sarà riconosciuto 1 credito ECTS.

È richiesto un abbigliamento comodo, calze antiscivolo e (se possibile) una pila.

Sabrina Ghiberti e Grazia Ballatore hannoimparato ad amare il teatro d’ombre come “posto speciale” in cui giocare con le proprie immagini per conoscere meglio quelle che bambini e ragazzi  portano dentro di sé e aiutarli a costruire storie che possano avere un finale diverso da quello che riuscirebbero a immaginare da soli.

«Il percorso si snoderà attraverso i concetti di ombra-luce, sagoma, impronta, schermo-confine - spiega la Dott.ssa Sabrina Ghiberti -. I momenti teorici permetteranno di riportare alla cornice metodologica dell’intervento con i bambini-ragazzi le sensazioni ed emozioni sperimentate in prima persona dai partecipanti e di comprendere meglio i riferimenti all'importanza dell'ombra nello sviluppo psico-evolutivo del bambino e il ruolo che svolge  trasversalmente alle diverse culture nella presa di coscienza della propria identità».

La relazione educativa con il bambino per gran parte si gioca sulla capacità dell’adulto di comprenderne la dimensione emotiva al di là delle parole, di giocarla in un complesso equilibrio tra sintonizzazione, rimodulazione, contenimento e trasformazione creativa.

«Il gioco ispirato al teatro delle ombre - continua la Dott.ssa Ghiberti -, attraversando la dimensione emotiva, può essere elemento di espressione e comunicazione ricco di valenze narrative. Una via verso la conoscenza di sé in quanto le ombre evocate sullo schermo permettono di attivare nella mente di chi guarda piani di significato profondamente connessi alle dimensioni percettive ed emotive più profonde della propria esperienza. Questa potenzialità permette di utilizzare il teatro d’ombre come una modalità di gioco-esperienza in cui sia gli adulti che i bambini possono utilizzare la creazione di figure da proiettare in ombra per dare forma a quel mondo complesso di emozioni inespresse che la stessa esperienza del buio può aiutarci ad evocare. Questo passaggio ha diverse funzioni: attiva la capacità della nostra mente di contenere, conoscere, gestire meglio aspetti del mondo emotivo, ma permette anche di scoprire la possibilità di trasformazione che viene dalla dimensione narrativa e dall’incontro con l’altro».

Le iscrizioni si effettuano presso la Segreteria generale della Facoltà «Auxilium» inviando una email o telefonando. La quota di partecipazione, da versare entro il 10 marzo 2017, è di 15 euro per gli studenti e le studentesse iscritte alla Facoltà; di 30 euro per psicologi, educatori ed exallievi/e. Il costo è comprensivo del materiale sugli aspetti teorico-metodologici e del materiale necessario alla realizzazione delle sagome.

Sabrina Ghiberti, psicologa psicoterapeuta a indirizzo adleriano, terapista EMDR, specializzata nella presa in carico di minori, adulti e famiglie colpiti da esperienze traumatiche. Ha svolto il ruolo di consultente tecnico d'ufficio in tema di diritto di famiglia. Ha collaborato come docente, coordinatore e tutor ai Corsi di Perfezionamento e Master sull’Intelligenza Emotiva organizzati dalla Facoltà Auxilium di Roma e dal Centro Studi Hansel e Gretel di Torino tra il 2012 e il 2015. Dal 2010 a oggi segue come formatore e supervisore insegnanti e operatori dei servizi socio sanitari impegnati nella tutela minori in Piemonte e Lombardia. 

Grazia Ballatore Psicologa e psicoterapeuta, specializzata in psicologia clinica. Gli studi di psicologia si affiancano ad una formazione pluriennale di danza, teatro ed espressione corporea, e ad un particolare interesse per la narrazione che unisce l’immaginario della fiaba con la realtà delle storie di vita. Nell’ambito dell’Associazione Merry Poppins di Torino si occupa di adolescenti e adulti attraverso il sostegno psicologico e la psicoterapia dal 2010. Dal 1996 al 2003 ha collaborato con l'Università di Torino come cultore della materia presso il Dipartimento di Psicologia. Con i bambini  e gli adolescenti lavora dal 2003 per la prevenzione e diagnosi del disagio mediante gruppi di espressione corporea e teatrale.

 

Dépliant informativo

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain