Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Archivio Notizie > Imparare a dirigere se stessi

Imparare a dirigere se stessitorna su

Il volume è il rapporto finale di una ricerca intitolata «Progettazione e realizzazione di una guida e uno strumento informatico per favorire l’autovalutazione e lo sviluppo delle proprie competenze strategiche nello studio e nel lavoro» sviluppata negli anni 2010 e 2011.

«La prima parte del rapporto, redatta da Michele Pellerey con la collaborazione di Dariusz Grzadziel, presenta le basi teoriche stanno alla base dell’indagine descrivendo le componenti della capacità di autoregolazione e l’interazione tra queste e le varie fonti motivazionali. Si passa quindi a esplorare gli strumenti autovalutativi valorizzati e il loro ruolo della diagnosi dello sviluppo delle competenze strategiche ai vari livelli della scolarità […].

La seconda parte curata da Mario Margottini e Filippo Epifani introduce all’uso della piattaforma informatica realizzata da loro nel corso della ricerca […].

La terza parte, curata da Enrica Ottone, è di carattere operativo e si concentra sull’integrazione del questionario QSA nel contesto dell’attività didattica e formativa del secondo ciclo di istruzione e formazione. Vengono così presentati possibili percorsi di autoformazione, formazione e intervento educativo supportati dall’utilizzo del software messo a disposizione. In particolare sono descritti alcuni strumenti di osservazione sistematica del comportamento degli studenti in ordine allo sviluppo delle competenze strategiche e modelli di registrazione degli esiti della somministrazione del QSA, delle osservazioni sistematiche e degli obiettivi formativi che su tale base possono essere prefigurati. Ai fini di facilitare l’intervento formativo e lo stesso processo auto-formativo viene dedicata una particolare attenzione alle competenze di natura motivazionale e affettiva come la gestione dell’ansia e delle attribuzioni causali.

La quarta parte include un’indagine comparativa condotta da Dariusz Grzadziel mettendo a confronto i risultati di un’applicazione del questionario QPCS a una popolazione studentesca polacca e a una italiana. Tale esplorazione evidenzia come il questionario rappresenti uno strumento adatto ad essere utilizzato da insegnanti di scuola secondaria superiore e di Centri di Formazione Professionale che desiderano ricevere un supporto conoscitivo strutturato e standardizzato. I risultati che si possono trarre dal suo uso possono essere valorizzati al raggiungimento di diversi obiettivi: orientare gli studenti a rafforzare le competenze che già sono percepite ad un livello elevato; diagnosticare le lacune, le debolezze che nece4ssitazione di integrazioni, da parte del dirigete scolastico trarre spunti strategici per il miglioramento del gruppo di insegnanti; informare le famiglie verso il termine di un percorso al fine di favorire un orientamenti agli studi o al lavoro».

(Dall’Introduzione)

---------

PELLEREY Michele - GRZADZIEL Dariusz - MARGOTTINI Mario - EPIFANI Filippo - OTTONE Enrica (a cura di),
Progettazione e realizzazione di una guida e uno strumento informatico per favorire l’autovalutazione e lo sviluppo delle proprie competenze strategiche nello studio e nel lavoro,
Roma, CNOS FAP 2013.

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain