Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Facoltà > Istituti affiliati

Istituti affiliati

Presentazionetorna su

Come previsto negli Statuti (cf art. 46), la Facoltà instaura collaborazioni accademiche con altre istituzioni universitarie. Si assume così l’onere di promuovere e garantire il livello accademico dell’offerta formativa delle Istituzioni ad essa affiliate e conferisce, sotto la propria responsabilità, il titolo accademico corrispondente al curriculum di studi svolto.

La Facoltà intrattiene con gli Istituti universitari affiliati rapporti istituzionali ed accademici accompagnando le istituzioni nel perseguimento dei propri fini e dimostrando così di saper animare un’attività accademica più ampia e complessa (Cf La cultura della qualità. Guida per le Facoltà ecclesiastiche, 195).
Nell’impegno di formare educatori capaci di riflettere sull’educazione e operare nelle diverse culture e contesti religiosi nell’autentico spirito cristiano, la Facoltà attualmente intrattiene relazioni accademiche con due istituzioni.

Istituto Superiore di Scienze dell'Educazione e della Formazione «Giuseppe Toniolo» di Modenatorna su

L'Istituto Superiore di Scienze dell'Educazione e della Formazione «Giuseppe Toniolo» di Modena, promosso dalla Provincia Settentrionale dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù (Dehoniani), è stato fondato il 4 aprile 2013 con delibera del Consiglio di Amministrazione della cooperativa sociale «CEIS Formazione» di Modena.
Tale Ente di formazione, ricerca, documentazione e progettazione sociale, sorto con l'intento di garantire preparazione e aggiornamento adeguati ai professionisti che operano in ambito socioeducativo e socioassistenziale - insieme al «Centro Studi Donald J. Ottenberg» - si occupa di sviluppare diversi servizi per l'Alta Formazione e la ricerca, attraverso l'innovazione metodologica e la collaborazione attiva con diverse organizzazioni e con una rete di Università, sia sul territorio che a livello internazionale, in particolare con le Università di Modena e di Reggio Emilia, di Bologna, di Rochester (Stati Uniti), di Gent (Belgio) e di Goetheburg (Svezia).
Dal 2006, tramite il suo «Centro Studi Donald J. Ottenberg», è stato sede di un'aula dell'Istituto Superiore Universitario di Scienze Psicopedagogiche e Sociali «Progetto Uomo» (IPU) di Viterbo affiliato alla Facoltà di Scienze dell'Educazione dell'Università Pontificia Salesiana di Roma e, attualmente, promuove il nuovo Istituto «Giuseppe Toniolo» di Modena.

L'Istituto «Giuseppe Toniolo», è una comunità accademica che contribuisce allo sviluppo degli studi, della ricerca scientifica e alla preparazione dei giovani, in particolare studenti lavoratori, ad operare nell'ambito sociale con il grado accademico di Baccalaureato o Laurea, secondo la definizione del Processo di Bologna.

Dal 25 luglio 2013 l'Istituto «Giuseppe Toniolo» è affiliato alla Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione «Auxilium» di Roma, che ne garantisce la qualità accademica e rilascia il titolo.

Il Corso di Laurea per Educatore Sociale

Il Corso di Laurea per Educatore Sociale, realizzato in affiliazione con la Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione «Auxilium», prepara educatori con competenze socio-pedagogiche nel settore dell'educazione e rieducazione di soggetti aventi problemi di emarginazione, disadattamento sociale e comportamento deviante, e risponde alle esigenze socio-psico-pedagogiche richieste dal curriculum della formazione dell'Educatore Sociale.
Il titolo è riconosciuto per lavorare presso Cooperative Sociali e per l'iscrizione delle stesse agli Albi degli Enti Ausiliari, e consente di accedervi, previa valutazione presso altre Università per acquisire la Laurea Magistrale.
Il Corso di Laurea ha una durata triennale e si rivolge a studenti lavoratori con un diploma di scuola media superiore (o titoli ulteriori). L'articolazione e la collocazione del corso agevolano la conciliazione con l'attività lavorativa.

Sono tenute in considerazione la carriera formativa e universitaria passata e interrotta, le esperienze professionali e di volontariato.

I docenti impegnati nella preparazione didattica dei corsisti sono professionisti che operano sia nel mondo accademico che in aree professionali attinenti.

Obiettivi formativi

Al termine del percorso triennale l'Educatore Sociale dovrà:

  • aver acquisito un'adeguata conoscenza e comprensione dei contenuti, dei metodi di ricerca e della formazione relativi alle scienze dell'educazione;
  • aver sviluppato un'adeguata conoscenza e capacità di comprensione delle problematiche educative emergenti nel contesto della realtà sociale attuale;
  • avere raggiunto una propria autonomia di giudizio nella valutazione dei bisogni educativi della persona e del gruppo così da poter progettare e realizzare percorsi educativi adeguati;
  • aver affinato abilità comunicative utili a dialogare con l'utente, con l'équipe di educatori, con il territorio, con le istituzioni, anche con strumenti informatici;
  • aver maturato la capacità di apprendere e di aggiornarsi in autonomia, facendo sintesi tra competenze teoriche e pratiche, così da coltivare la propria professionalità con matura responsabilità, aprendosi al confronto con orizzonti multiculturali.

Sbocchi professionali

L'Educatore Sociale, che si inserisce in svariati contesti sociali ed educativi e che si rivolge a diverse tipologie di utenza, quali ad esempio:

  • Bambini e adolescenti, inserendosi in nidi, in servizi socio-educativi scolastici ed extrascolastici (anche rivolgendosi a soggetti con disabilità o di origine straniera), in comunità alloggio, nelle case famiglia, nelle comunità terapeutiche ed educative (anche per soggetti con problematiche relative alla dipendenza da sostanze), nei centri di aggregazione territoriali, in atelier e ludoteche, nei servizi culturali, ricreativi e sportivi, nei servizi di educazione in generale per la prevenzione del disagio minorile;
  • Famiglie, inserendosi in servizi di assistenza e di sostegno delle famiglie (anche di origine straniera o mista), quali le comunità alloggio e i centri di accoglienza, i servizi diurni che favoriscono la partecipazione e il senso di appartenenza socioculturale al proprio territorio, i servizi di sostegno domiciliare;
  • Adulti, inserendosi in servizi diversi, quali ad esempio quelli residenziali e/o diurni di igiene mentale e le comunità psichiatriche o per soggetti portatori di handicap, per le dipendenze in genere e attivandosi nella realizzazione di progetti di prevenzione, di promozione del benessere psicofisico, di sostegno alla genitorialità, di inserimento e/o reinserimento sociale e lavorativo;
  • Anziani, inserendosi in servizi quali ad esempio le case di riposo, i centri diurni e di aggregazione che favoriscono l'attivazione e l'inserimento nella comunità, i day-hospital.

Contatti

Istituto Superiore di Scienze dell'Educazione e della Formazione «Giuseppe Toniolo»
Via Toniolo, 125 - 41122 MODENA (MO)
Tel. +39.059 711 26 17 (Segreteria)
Tel. +39.059 31 53 31 (Centralino CEIS)
Fax +39.059 315.353

Istituto «Giuseppe Toniolo»

Istituto Euromediterraneo per la Formazione, Ricerca, Terapia e lo Sviluppo delle Politiche Sociali - Fondazione «Alessia»torna su

La Fondazione "Alessia" ha le sue origini all'inizio del 1990, quando l'Associazione "Casa Famiglia Rosetta" onlus decise di rafforzare la propria struttura e potenziare il proprio carattere, garantendo la formazione del proprio personale in modo da soddisfare le esigenze degli utenti finali.
Inizialmente era conosciuta come "Istituto Euromediterraneo per la Formazione, Ricerca, Terapia e lo Sviluppo delle Politiche Sociali" diventando nel 2014 Fondazione e poi Fondazione "Alessia" nel 2006 a ricordo di Alessia Pennisi, una studentessa prematuramente scomparsa.
Sin dalle sue origini, la Fondazione si occupa di formazione, ricerca, terapia, politiche sociali ed è promotrice di un numero sempre crescente di Corsi ed eventi che hanno coinvolto e continuano a coinvolgere sia il personale interno sia tutta una serie di professionisti presenti nel territorio siciliano.
La formazione a 360 gradi degli operatori sociosanitari ha sempre ricoperto una posizione di spicco all'interno della mission della Fondazione e per questo gli eventi formativi sono sempre stati diretti dai maggiori professionisti del settore a partire proprio dalle origini, tanto che nel 1990 l'Istituto di Formazione era diretto dal prof. J. Lerminiaux, largamente ritenuto come uno dei maggiori neuropsichiatri infantili operanti a quel tempo. Le collaborazioni con Istituti e Università presenti sia nel territorio locale che non, sono state parecchie nel corso degli anni e continuano ad essere in fermento.
La Fondazione si è sempre proposta di favorire il benessere delle persone e di fornire gli strumenti per poter riabilitare coloro i quali erano colpiti da tossico-dipendenze, abusi e malattie come l'AIDS. Le campagne di prevenzione e gli interventi culturali sono stati innumerevoli, come quelle attivate nei primi anni '90 contro gli abusi di alcolici.
Gli orizzonti formativi si sono ampliati col tempo e hanno iniziato a spaziare verso gli adolescenti e i bambini che versavano in condizioni di disagio; sono stati formati e aggiornati numerosi assistenti sociali in modo da garantire il supporto ai ragazzi bisognosi nella maniera più professionale possibile.
Un altro aspetto peculiare sul quale la Fondazione "Alessia" continua a focalizzare sin dalle origini la sua attenzione è la riabilitazione fisica, la conoscenza di sindromi genetiche e varie problematiche legate alla salute. Per questi motivi ha sempre promosso corsi di aptonomia, chinesiterapia, logopedia, ricerche e studi sulla sindrome di Down, e di programmazione neurolinguistica. Sono stati avviati e realizzati progetti di prevenzione genetica e di promozione alla salute nelle scuole a favore dei preadolescenti e adolescenti e soprattutto dei docenti. I Corsi di formazione specialistici sono stati poi riproposti e attuati anche in Tanzania e in Kenya per gli operatori dei centri promossi dall'Associazione Casa Famiglia Rosetta Onlus, operanti in loco.

A seguito dell'istituzione presso la Facoltà "Auxilium" di due Corsi di Perfezionamento (o Master di I livello), uno in Psicomotricità e l'altro per Operatori sulle dipendenze patologiche (con il nulla osta della Congregazione per l'Educazione Cattolica in data 2 giugno 2016 - Prot. N. 1547/89), l'Associazione Casa Famiglia Rosetta Onlus ha avanzato la richiesta di avviare un processo di affiliazione alla Facoltà "Auxilium" per istituire un Corso di Laurea (Baccalaureato) in Educatore Professionale al fine di formare qualificati operatori a servizio dei numerosi Centri locali.

L'Istituto Euromediterraneo per la Formazione, Ricerca, Terapia e lo Sviluppo delle Politiche Sociali, emanazione della Fondazione "Alessia", in data 5 agosto 2017 ha ottenuto dalla Congregazione per l'Educazione Cattolica il nihil obstat per l'affiliazione (Decreto N. 632/2017) alla Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione "Auxilium" di Roma, che mentre garantisce la qualità accademica del Corso di Laurea in Educatore Professionale, ne rilascia il titolo.

Il Corso di Laurea in Educatore professionale


Il Corso di Baccalaureato o Laurea in Educatore Professionale, intende offrire una formazione di base integrata che permette di acquisire i presupposti teorici, metodologici e operativi propri delle scienze dell'educazione, per la comprensione delle problematiche educative e per lo sviluppo delle competenze professionali richieste dal profilo di un educatore sociale.
Il Corso prepara degli educatori professionali capaci di realizzare interventi sulla comunità, in strutture pubbliche e private, e del terzo settore che gestiscono e/o erogano servizi sociali e socio-sanitari rivolti a famiglie, adolescenti, minori, anziani, immigrati, persone con comportamenti da dipendenze, al fine di agire sulle condizioni di disagio, marginalità e sofferenza.

Finalità del Corso di studio è fornire all'educatore professionale un quadro articolato di conoscenze e di competenze adeguate alla progettazione, all'erogazione e alla valutazione degli interventi educativi, perché sia in grado di operare, nell'interazione con i referenti territoriali, avendo cura di aggiornare costantemente le proprie competenze e pratiche e utilizzando un linguaggio tecnico-professionale idoneo, nella prospettiva di una visione integrale della persona e dell'educazione.
Il Baccalaureato o Laurea in Educatore Professionale corrisponde alla Classe di Laurea L-19 e fornisce i requisiti per l'accesso alle Lauree Magistrali nell'ambito pedagogico attivate presso Università Pubbliche e Private.
Il Corso di Laurea ha una durata triennale e si rivolge a quanti sono in possesso di un Diploma di Scuola Secondaria di Secondo grado.

Obiettivi formativi

Al termine del Corso di studio i laureati dovranno dimostrare di:

  • aver acquisito un'adeguata conoscenza e comprensione di contenuti e metodi di ricerca nell'ambito delle scienze dell'educazione;
  • aver sviluppato un'adeguata conoscenza della realtà e la capacità di comprendere le problematiche sociali ed educative emergenti nel contesto attuale, di interpretarle alla luce di coerenti criteri scientifici e di una visione integrale della persona e dell'educazione;
  • aver acquisito la capacità di individuare e di usare adeguatamente metodologie di intervento inerenti la sfera della prevenzione, del recupero e della mediazione in ambito sociale e culturale;
  • aver acquisito la capacità di individuare i bisogni educativi della persona e del gruppo così da saper progettare, realizzare e valutare percorsi educativi adeguati;
  • aver affinato le proprie abilità comunicative, relazionali e linguistiche per essere in grado di dialogare con l'utente, con l'equipe degli educatori, il territorio, le istituzioni e nei contesti multiculturali;
  • aver acquisito adeguate competenze informatiche per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
  • aver maturato la capacità di apprendere e di aggiornarsi in autonomia, di fare sintesi tra competenze teoriche e pratiche, di coltivare la propria professionalità con responsabilità.

Sbocchi professionali

Gli educatori professionali sono chiamati a svolgere la propria attività nelle comunità educative e nei servizi socio-educativi e socio-sanitari, nei servizi di prevenzione e recupero di soggetti culturalmente e socialmente in situazioni di disagio, emarginati o a rischio di emarginazione; inoltre svolgono mediazione educativa in situazioni conflittuali di natura interpersonale, gruppale, familiare.
AI termine del Corso di Laurea in Educatore Professionale i laureati potranno trovare uno sbocco occupazionale, sia nel pubblico che nel privato, come operatori di comunità (comunità alloggio, case famiglia, centri diurni,…), nelle strutture socio-educative, socio-sanitarie e assistenziali (per minori, anziani, immigrati, ecc.), negli ambulatori, nei servizi domiciliari, nelle reti territoriali, connesse anche al Terzo settore, volte alla prevenzione e recupero dei soggetti emarginati o in via di emarginazione (tossicodipendenti, carcerati, diversamente abili, ecc.) nei servizi culturali e promozionali.

Contatti

Fondazione "Alessia" - Istituto Euromediterraneo per la Formazione, Ricerca, Terapia e lo Sviluppo delle Politiche Sociali
Contrada da Bagno
93100 Caltanissetta
Tel. 0934.508311
Fax 0934.508313
e-mail: garofalo@casarosetta.it


Sito Associazione "Casa Famiglia Rosetta" onlus - Fondazione "Alessia"

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain