Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Archivio Notizie > La Facoltà al Convegno di Firenze

La Facoltà al Convegno di Firenzetorna su

Dal 9 al 13 novembre, si svolge a Firenze il V Convegno ecclesiale della Chiesa italiana dal titolo In Gesù Cristo il nuovo umanesimo.

Della Facoltà vi prenderanno parte la Preside, Prof.ssa Pina Del Core, come membro della Giunta del Comitato preparatorio e Relatrice della “via dell’educare”, la Prof.ssa Alessandra Smerilli, membro del Comitato preparatorio e Moderatrice della “via dell’abitare”, la Prof.ssa Rosangela Siboldi, in qualità di Delegata della Diocesi di Porto-Santa Rufina, e la Prof.ssa Maria Teresa Spiga, anch’essa membro del Comitato preparatorio.

Al centro dell’attenzione dei Convegni ecclesiali vi è sempre stata l’evangelizzazione e l’humanum: il Vangelo annunciato dalla Chiesa illumina di senso il volto dell’uomo e permette di intuire le risposte meno scontate ai suoi interrogativi più profondi.

Educare è una delle vie trasversali, insieme con uscire, annunciare, abitare, trasfigurare, lungo le quali l’intera comunità ecclesiale è invitata a incamminarsi, a metà strada del decennio pastorale (2010-20120) dedicato a Educare alla vita buona del Vangelo.

«Educare, perché? - scrive la Preside sul sito ufficiale del Convegno -. Solo perché l’educazione è divenuta oggi “emergenza” e sfida? L’attenzione all’educazione, da sempre presente nella Chiesa, sta a indicare la ferma convinzione derivante dalla sua esperienza millenaria cheeducare è uncompito sociale e storico permanente dell’umanità; è una dimensione inscindibile dell’evangelizzazione; èappello e compito primario della Chiesa che cammina nella storia accanto all’uomo di ogni popolo e di ogni tempo […]

Educare è la via che più di tutte contribuisce a costruire il “vero umanesimo”, perché il “compito principale dell’educazione - come ci ricorda Maritain - è soprattutto quello di formare l’uomo, o piuttosto di guidare lo sviluppo dinamico per mezzo del quale l’uomo forma se stesso ad essere uomo”. La crisi dell’umanesimo, divenuta crisi dell’umano, non è forse una crisi di educazione?

La questione antropologica, presente nella cultura contemporanea, potrà trovare soluzioni adeguate proprio attraverso la via dell’educazione, soprattutto se si riesce a creare una rete di istituzioni che, mosse da un’attenzione alla crescita e allo sviluppo, siano orientate verso un futuro sostenibile e umano: il vero sviluppo infatti è quello centrato sulla persona umana più che sull’economia e sulla finanza […]

L’educazione deve tornare ad essere spazio privilegiato in cui si formano le persone alla libertà e alla responsabilità, ad una cittadinanza attiva e propositiva, a un pensiero che non è lontano dall’azione ma che motiva e fonda le piccole o grandi scelte quotidiane e della vita, nel presente e per il futuro diviene concretamente sostegno allo sviluppo integrale della persona e non si riduce a mero apprendimento di competenze, seppure soltanto cognitive e strumentali o tecniche. […] Priorità ineludibili sono: la formazione degli educatori; la creazione di alleanze e sinergie educative tra scuola, famiglia, comunità ecclesiale e territorio, università e mondo del lavoro; il sostegno e l’accompagnamento alla famiglia».

I lavori del Convegno, che radunerà circa 2500 persone provenienti da tutte le Diocesi d’Italia, saranno ispirati da ciò «a cui richiama quotidianamente Papa Francesco - scrive Mons. Cesare Nosiglia, Presidente del Comitato preparatorio - leggere i segni dei tempi e parlare il linguaggio dell’amore che Gesù ci ha insegnato. Solo una Chiesa che si rende vicina alle persone e alla loro vita reale, infatti, pone le condizioni per l’annuncio e la comunicazione della fede».

Obiettivo del V Convegno - continua Mons. Nosiglia - è «affrontare il trapasso culturale e sociale che caratterizza il nostro tempo e che incide sempre più nella mentalità e nel costume delle persone, sradicando a volte principi e valori fondamentali per l’esistenza personale, familiare e sociale».

Il Convegno sarà interamente social #Firenze2015: attraverso il sito ufficiale, scaricando una app appositamente predisposta, sarà possibile seguire tutti i lavori e interagire con i convegnisti.

 

Sito ufficiale del Convegno di Firenze

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain