Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Archivio Notizie > Esclusione e povertà. Quali strategie a livello locale e nazionale?

Esclusione e povertà. Quali strategie a livello locale e nazionale?torna su

Il Convegno del 4 aprile 2014, che si svolge presso il «Centro Studi Sociali» a Scerne di Pineto(TE), è l’evento che dà l’avvio al Master universitario «Politiche e servizi per la riduzione della povertà», organizzato dalla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione «Auxilium» di Roma e dal Centro Studi sull’Infanzia e l’Adolescenza «don Silvio De Annuntiis» di Scerne di Pineto (TE). Il Master si avvale della collaborazione della Delegazione Caritas Abruzzo e Molise e della Fondazione Caritas onlus della Diocesi di Pescara-Penne, oltre che del contributo concesso dalla Fondazione «Istituto Banco di Napoli».

Nella mattinata di studio, si intende fare una breve rassegna, attraverso sia l’illustrazione dei principi teorici e metodologici sia con esempi concreti di buone prassi raccontate dalle voce dei protagonisti, delle diverse strategie che, a livello locale, regionale e nazionale, considerano la povertà non solo come un fenomeno esclusivamente economico, ma come un problema dalle molte variabili, e che sono in grado di coinvolgere responsabilità e spazi di impegno differenziati, in una lotta comune ed efficace nei suoi risultati.

Il contrasto alla povertà è, infatti, una delle principali sfide non solo per i paesi in via di sviluppo, ma anche per i cosiddetti paesi sviluppati. La crisi che ha investito l’Europa e l’Italia non è solo di natura economica, ma anche sociale e culturale, e si abbatte più duramente sulle fasce deboli della popolazione. La prima conseguenza è che si è notevolmente aggravata la povertà delle famiglie e dei bambini. Per la nostra Costituzione, come anche per la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, ogni persona, semplicemente perché persona, ha il diritto di venire considerata meritevole di tutela nei suoi bisogni di sicurezza economica, benessere fisico, inclusione sociale, felicità. Si tratta di dare attuazione ai principi enunciati, rendendo concreta quella visione alta della dignità dell’uomo e vincendo, innanzitutto, la sfida della povertà che oggi appare sempre più urgente.

Il Convegno, si rivolge ad assistenti sociali, psicologi, educatori e insegnanti, operatori di sportelli di ascolto delle Caritas e delle associazioni di volontariato, volontari di parrocchie e organizzazioni no profit, cooperative sociali, dirigenti e funzionari dei Comuni e degli enti di ambito sociale, decisori politici e amministrativi.  

Il programma prevede, dopo i saluti delle autorità civili e religiose, una tavola rotonda sul tema: «Strumenti per il contrasto alle vecchie e nuove povertà», con gli interventi del dott. Lorenzo Bontempo, dirigente regionale, esperto di politiche sociali, Prof. Pina Del Core, Preside della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione «Auxilium» di Roma, Prof. Marco Musella, Ordinario di Economia Politica, Facoltà di Scienze Politiche dell’Università «Federico II» di Napoli, Dr.ssa Silvia Landra, Direttore Generale della Fondazione «Casa della Carità Angelo Abriani» di Milano e di don Marco Pagniello, Direttore Caritas di Pescara-Penne, delegato regionale Caritas.

Alla 11,45, don Virginio Colmegna, Presidente della Fondazione «Casa della Carità Angelo Abriani» di Milano e già Direttore della Caritas Ambrosiana, terrà una Lezione magistrale dal titolo: «Povertà: impegni per strategie comuni», a cui seguirà un dibattito e la conclusione dei lavori.

Il Master universitario «Politiche e servizi per la riduzione della povertà» rappresenta una delle prime esperienze formative nel nostro Paese per specialisti in grado di conoscere le teorie e il pensiero sulle cause della povertà, di saper progettare politiche per affrontarle, di saper gestire i servizi per assistere e per ridurre le vulnerabilità e le povertà.

 

Programma del Convegno
Centro Studi Sociali

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain