Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Archivio Notizie > Qui c’è campo, e c’è di più!

Qui c’è campo, e c’è di più!torna su

C’è tempo fino al 28 settembre per presentare le domande per svolgere Servizio civile alla Facoltà «Auxilium»: 4 i posti disponibili.

 

Il Bando per la selezione di 53.363 volontari e volontarie è stato pubblicato sul sito dell’Ufficio Nazionale del Servizio Civile il 20 agosto scorso. C’è tempo fino al 28 settembre 2018 per presentare le domande.

Anche quest’anno la Facoltà offre la possibilità di dedicare un anno di servizio aderendo al Progetto "Qui c’è campo. E c’è di più". I posti disponibili, sulle due sedi in cui si realizza il progetto, sono 4.

Il Progetto "Qui c’è campo. E c’è di più"  si colloca nell’area “Educazione e Promozione Culturale“ ed è particolarmente attento a giovani studenti universitari stranieri e a ragazzi e preadolescenti. Si basa sulla certezza che solo ponendo al centro la persona, non come singolo, ma in dialogo con l’altro, sia possibile costruire un tessuto sociale capace di integrare, dialogare e generare, promuovere un’accoglienza non solo geografica ma soprattutto culturale.

Il Progetto è uno dei 39 (38 ordinari e 1 sperimentale) promossi dall’Ente VIDES Italia (Volontariato Internazionale per la Donna l'Educazione lo Sviluppo) che attraverso le proprie sedi, sparse in tutte le regioni d’Italia, selezionerà 833 volontari e volontarie tra i 18 e i 29 anni (non compiuti).

 

"Qui c’è campo. E c’è di più" all'Auxilium

Il Progetto specifico che si realizza nelle due sedi collegate alla Facoltà Auxilium mira a formare alla socialità ragazzi e preadolescenti con azioni attente al valore della dignità della persona considerata nella sua integralità; di accoglienza e rispetto dell’altro; di incontro per conoscere la ricchezza dello stare insieme. Nello stesso tempo, si rivolge anche a sostenere l’inserimento linguistico e culturale di giovani universitari stranieri della Facoltà Auxilium in particolare accompagnandoli nell’apprendimento della lingua italiana, per favorire il processo di integrazione, e nei loro percorsi di studi per vivere la reciprocità e costruire in prima persona l’intercultura, la pace, la democrazia.

I volontari e le volontarie potranno donare un anno della loro vita al servizio degli altri, contribuendo a raggiungere le finalità per cui è stato istituito il Servizio Civile Nazionale: concorrere, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari; favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale; promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona ed alla educazione alla pace fra i popoli; partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, storico-artistico, culturale e della protezione civile; contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all'estero.

 

Dall’obiezione di coscienza al Servizio Civile Universale

Il Servizio Civile ha origine dall'Obiezione di Coscienza, l'alternativa al servizio obbligatorio di leva, abolito dal 1 gennaio 2005 dall'art. 1 della L. 23 agosto 2004 n. 226, come Servizio Civile Nazionale, per divenire, a seguito del nuovo decreto legislativo 6 marzo 2017, n.40, Servizio Civile Universale.

Il Servizio Civile Universale garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, un importante momento di crescita personale e un’opportunità di formazione alla cittadinanza attiva, contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.

Chi si impegna per dodici mesi nel Servizio Civile Universale, sceglie di aggiungere un'esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventi essa stessa opportunità di lavoro.

 

Chi può fare il Servizio Civile?

Il Servizio Civile si rivolge a ragazze e ragazzi, dai 18 ai 29 anni (non ancora compiuti alla scadenza del bando), che desiderino vivere un cammino di crescita personale, impegnandosi in un servizio educativo per la promozione del bene comune. Bisogna essere cittadini italiani o cittadini dell'Unione Europea, oppure essere familiare di cittadini dell'Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. È previsto un compenso economico di 433,84 euro mensili.

Qui si possono trovare maggiori informazioni riguardo ai requisiti per la candidatura, alla presentazione delle domande e alle fasi di selezione.

 

Servizio Civile all’Auxilium

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain